Newsletter
iscrivimi cancellami



Iscriviti per rimanere in contatto ed essere informato su tutti gli aggiornamenti del sito




L'ultimo dei Mohicani

   
di Augusto Bianchi Rizzi
con Corrado Tedeschi e Franco Oppini
regia Massimo Navone
scene e costumi Alberto Chiesa

Antonio e Francesco, due professionisti sui quarant'anni - un giornalista e un architetto - amici da sempre, fisicamente ben conservati (abitudinario, introverso e disperato il primo, narcisista, immaturo e disperato il secondo) sono figli di quel lontano sogno rivoluzionario che voleva la fantasia al potere. Mentre Antonio - da poco abbandonato da una moglie "ventennale" - Ŕ indaffarato a preparare una cena a base di spaghetti, frittata e insalatina, Francesco inquieto, disilluso, terrorizzato da un'imminente paternitÓ e costantemente tormentato da un difficile rapporto con l'altro sesso (a cominciare dalla madre), si lancia, aiutato da numerosi bicchieri di vino, in uno sproloquio esasperato e molto divertente, che mette a nudo le reciproche nervosi e il rifiuto comune ad entrambi di accettare l'attuale stato delle cose. Un finale a sorpresa arriva giusto nel momento in cui il gioco si fa pi¨ amaro, quasi a lasciar intendere che per questa generazione l'ultimo "AUGH" forse non e' ancora stato pronunciato.  (...) 

Scarica tutti gli articoli su L'ultimo dei Mohicani (formato zip)



.:: Copyright Augusto Bianchi Rizzi ::.